Meglio magre o in carne?

Siamo circondate dalla magrezza. No, non sto parlando delle modelle, quelle che insomma faticano a reggersi in piedi sulle passerelle, sto parlando delle magrissime che sgambettano orgogliose – e affamate ci giurerei – in televisione – a cominciare dai cartoni animati come le fatine/veline Winx – al cinema, ma anche per la strada, in ufficio – quelle che sostengono di mangiare di tutto e non ingrassare – al supermercato.

Chi ha detto che magro è bello?

E così tutte a stecchetto nel tentativo di entrare in una 40! A proposito, ma non è stata la bellezza mediterranea per antonomasia, Monica Bellucci, a dichiarare tempo fa di non essere mai entrata in una taglia 40, aggiungendo anzi di dover tenere aperta la zip dei vestiti durante i servizi fotografici?

Magra… sì magra consolazione, considerato il fatto che a noi comuni mortali tenere la zip aperta suona un po’ come un invito alla violenza carnale o in alternativa al ricovero ospedaliero, reparto neuropsichiatria ovviamente. Non ci resta che abolire tutti i carboidrati e alimentarci a petto di pollo e carotine per il resto della nostra vita anche perché dopo i 30 anni i chili si smaltiscono a fatica, ce ne saremo rese conto… Basterebbe prendere esempio da Demi Moore che in tempi relativamente recenti si è mostrata senza problemi agli scatti dei fotografi increduli non più longilinea come ai tempi di Striptease ma con al suo fianco il giovane maritino che a quanto pare non disdegna la nuova Demi.

Come scegliere l’alimentazione ed il look migliore

Del resto, è risaputo che gli uomini amano le donne con un po’ di curve e che la cellulite neanche la vedono – un po’ come certi animali con i colori – ma annusano le nostre paranoie, ecco perché – e solo per quello! – non ci saltano addosso. Care bellezze mediterranee, seguite un regime alimentare equilibrato, facendovi consigliare da un dietologo, fate attività fisica ma non privatevi dei piaceri della vita perché il cibo serve anche a scaldare l’anima oltre che a sopravvivere…

Proviamo, invece, a scegliere un look che si adatti alla nostra corporatura, alle nostre forme, bandendo dall’armadio tutti i pantaloni di una taglia in meno anche perché rischieremmo di rimanere letteralmente in mutande – e non è carino! – o di accecare con un bottone il nostro dirimpettaio sul tram o in metropolitana – almeno evitiamo di prender posto in luoghi pubblici! Un no secco alla vita bassa che trovo ben poco femminile, impietosa e persino dannosa, considerando che provoca una miriade di coliti fulminanti.

Che sia una manovra a livello globale per farci dimagrire in massa? Prendiamo esempio dalla Clerici che ammiriamo sorridente con un paio di jeans – sicuramente non una 40!-, una maglia nera che mette in evidenza il decolleté – orgoglio delle over 44 -, una giacca che nasconde quanto basta e ciliegina sulla torta, un compagno giovane – Demi Mooredocet? -e talmente bello che se fossi in lei, lo terrei segregato in casa. Quindi… chi ha detto che magro è bello?

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *