Gli alberi in città per aumentare il benessere

Innanzitutto, bisogna affermare che alcune specie di alberi sono meglio di altre nell’inquinamento urbano e quindi hanno maggiori possibilità di prosperare e di svolgere la loro funzione. Ad esempio, il platane, uno degli alberi più comuni che si affacciano sulle strade, ha una capacità senza precedenti per affrontare l’inquinamento con un meccanismo autopulente: perde e ritorna la corteccia.

Come salvaguardare la salute con gli alberi in città

Gli alberi della città non solo bene per l’ambiente, ma anche per la salute dei cittadini, fisica e mentale. Uno studio – spesso citato – sull’influenza positiva degli alberi è stato effettuato a Toronto, Canada: in cittadini isolati con almeno dieci alberi, i residenti sono percepiti come giovani e più sani e hanno una maggiore incidenza di malattie cardiovascolari rispetto ai quartieri. Poco o nulla di verde.

Tutte le specie di alberi per città richiedono un’attenzione particolare all’irrigazione e alla potatura.

  • Irrigazione: Quando si piantano piante piantate, si deve prestare attenzione, poiché nella stagione estiva secca, che può iniziare in alcune annate anche in maggio, occorre prendere 80-100 litri d’acqua ogni 2 settimane durante il primo anno di piantatura, Volume dell’acqua per aumentare a 120 litri nel secondo anno. Dal terzo anno in poi si tratta di annaffiare il salvataggio, che dà acqua quando l’impianto mostra i primi segni di sofferenza, indicati da foglie morbide, piccoli coriacee e più pendenti del solito.
  • Potatura: è una tecnica da applicare solo durante l’allevamento e dovrebbe essere diretta alla formazione di una linea di capelli ben equilibrata con rami ben organizzati intorno allo stelo come spirale. Più tardi, le piante non sono più pricked per eliminare i rami morti ed è bene che l’operazione sia effettuata da personale esperto in grado di riconoscere l’area “collare” alla base dei rami che è sempre rispettata per consentire l’impianto Per guarire Bene e rapidamente.

Gli alberi migliorano la qualità della vita?

“Un albero può ridurre il particolato nell’aria che lo circonda in una percentuale che varia dal 7% al 24%”, spiega Rob McDonald sul sito di Repubblica, infatti, in accordo allo scienzato, se si tiene conto anche dell’effetto mitigante che il verde ha sulla diffusione del caldo nelle città durante il periodo estivo, esso è un fattore di rischio per gli anziani. Si stima che se ogni cittadino delle 245 città prese in considerazione, abbia contribuito a 4 euro per piantare alberi in città, potrebbe risparmiare 36.000 vite all’anno, un numero notevole, ma ancora troppo piccolo, considerando le stime di 3.200.000 morti all’anno in tutto il mondo, a causa di particelle particolarmente fine, di dimensione particellare inferiore a 2,5 micron.

Dunque, possiamo concludere che un utilizzo parsimonioso di alberi all’interno delle città è di sicuro un aiuto per permettere ai cittadini di mantenere un livello qualitativo dell’ambiente idoneo, così da permettere una visione più felice verso la vita quotidiana ed una prospettiva migliore verso il futuro.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *