Cosa fare con un datore di lavoro scortese?

Il luogo di lavoro deve essere un posto tranquillo, dove poter lavorare in serenità con i colleghi e senza inutili pressioni o frustrazioni.Se da qualche tempo hai notato che non sei più sereno a lavoro in seguito al rapporto negativo che hai con il tuo datore di lavoro sei nel posto giusto!

Prima di accusare il tuo capo di essere scortese, impreciso o maleducato devi assicurarti di esserti sempre comportato correttamente. Poniti delle domande, spesso il problema è causato da ambo le parti, oppure potresti essere proprio tu la causa.

Parla con il tuo datore di lavoro, cerca di creare un dialogo, una relazione. Non limitarti a rimanere passivo, digli cosa pensi rimanendo sempre educato e formale. Esponi le tue perplessità, i tuoi dubbi, i tuoi consigli e i tuoi elogi, queste cose faranno in modo che il tuo capo si fidi di te e sicuramente apprezzerà il fatto che esponi i tuoi pensieri e ti impegni al fine di aiutarlo. Devi mostrarti disponibile e fargli capire che sei pronto ad aiutarlo in qualsiasi modo.

In molte occasioni i capi non si accorgono neanche di mortificare e trattare con distacco i propri dipendenti, quindi cercando di aprire un dialogo, mostrando ed esplicitando i propri disagi e frustrazioni potrebbe esserti grato. Nel caso in cui il capo non riuscisse a capire, sii previdente e portagli delle prove concrete: esempi concreti, note, messaggi, mail.

Molto spesso si fraintende l’interazione difficoltosa con l’avere un cattivo capo, ma in realtà potrebbe essere semplicemente un problema comunicativo di piccola rilevanza, è sufficiente cercare di capire chi abbiamo davanti, i suoi pregi, i suoi limiti in modo da relazionarci al meglio.

Se il dialogo risulterà difficoltoso ed il tuo capo non sarà disponibile con te, allora sarà forse il caso di recarti da un suo superiore o supervisore che saprà come aiutarti.

Un altro metodo estremo nel caso in cui la situazione fosse davvero pesante è richiedere un trasferimento, questo ti permetterà di rimanere nell’azienda senza però doverti confrontare ogni giorno con un capo scortese.

Ovviamente questi accorgimenti e consigli vanno bene nel caso in cui si parli di piccoli ma costanti screzi, incomprensioni e frustrazioni personali. Se però il quadro diviene più pesante comprendendo offese, discriminazioni, violenze è necessario e assolutamente corretto affidarsi ai propri sindacati o avvocati aziendali o privati in modo da denunciare gli avvenimenti. Ricordati in questo caso di velocizzare i tempi e attivarti il prima possibile, in quanto ci sono tempi ristretti in questi campi.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *